Tutti a bordo: le parti della nave

nave
Tutti a bordo: le parti della nave Reviewed by on . Rating: 4

Se decidete di fare una gita in nave dovete conoscere i nomi più importanti che si riferiscono alla nave e alle sue parti.

Ecco quindi un elenco dei termini con relativo significato, per non partire impreparati!

 

Babordo: guardando verso la prua con le spalle a poppa è il lato sinistro della nave.

Barcarizzo: con questo termine si indicano le aperture sui fianchi della nave per agganciare le scale esterne.

Bagnasciuga: è la parte esterna dello scafo al di sopra della linea di galleggiamento e può essere asciutta oppure bagnata in base al carico della nave. (Per la spiaggia si usa invece il termine battigia!)

Beccheggio: con il termine si indica il moto della nave da poppa a prua causata dal moto ondoso.

Boccaporto: è l’apertura rettangolare sul ponte delle navi che permette di entrare all’interno.

Cambusa: è la dispensa della nave.

Caviglia: cavicchio in legno o ferro per legarvi le manovre volanti

Manica: tubo metallico di grosse dimensioni che serve per areare l’interno.

Manovra: cavo o corda permanente dell’alberatura. Le manovre dormienti o fisse consentono di mantenere fermi gli alberi sia longitudinalmente che lateralmente. Le manovre correnti o volanti consentono di abbassare, alzare o far girare antenne e pennoni.

Murata: sono le pareti emerse dei fianchi dello scafo della nave.

Nodo: indica la velocità della nave. E’ il rapporto spazio tempo equivalente allo spazio di un miglio marino nel tempo di un’ora (20 nodi o venti miglia all’ora).

Osteriggio: è il lucernario con vetri posizionato sulla coperta e consente di arieggiare e illuminare i locali sottostanti.

Poppa: la parte della nave posteriore, qui ci sono il timone e la bandiera.

Prua: è la parte della nave anteriore che fende l’acqua durante la marcia.

Plancia: è il ponte di comando, qui ci sono tutti gli strumenti per governare la nave.

Ponte: i piani orizzontali della nave, quello superiore scoperto è la coperta.

Rollio: è il movimento oscillatorio, dovuto dal moto ondoso, da un fianco all’altro.

Sentina: il posto più profondo della nave dove si raccolgono le acque residue e quelle che possono filtrare.

Stiva: la parte inferiore della nave contenete il carico.

Tribordo: guardando verso prua è il lato alla destra della nave, è detto anche dritta.

 

 

 

 

 

La Guida ti è stata utile?

Allora ti consigliamo di dare un'occhiata anche al nostro sito (sponsor)

Tag

Altre Guide che potrebbero interessarti