Quali piante inserire nell’acquario d’acqua dolce?

piante acquario
Quali piante inserire nell’acquario d’acqua dolce? Reviewed by on . Rating: 4

Le piante nell’acquario svolgono un ruolo fondamentale, oltre a fornire rifugio ai pesci purificano l’acqua e producono l’ossigeno necessario. Anche il fattore estetico non è da trascurare, le piante infatti abbelliscono la vasca e danno un meraviglioso tocco di colore. Spesso però dopo poco tempo iniziano e deperire per mancanza di nutrienti o per una scarsa illuminazione, occorre quindi conoscerle bene e scegliere quelle più resistenti.

Cosa serve

Ceratopteris thalictroide: conosciuta anche come felce di Sumatra o felce acquatica cornuta per la forma delle sue pinnule di colore verde chiaro. Tale pianta è semplice da coltivare e non ha particolari esigenze, necessita di una temperatura compresa tra i 18 ed i 28°C (ideale 25°C) e di un substrato sabbioso. L’illuminazione deve essere normale e il pH leggermente acido (5.5-6.5), può essere inserita su fondali sabbiosi o ciottolosi e necessita di aggiunta di ferro e di CO2.

Anubias lanceolata: quest’alga, proveniente dall’Africa tropicale, mostra lunghe foglie lanceolate di colore verde scuso. La Anubias lanceolata necessita di temperature dai 20 ai 30°C (ideale 25°C) il pH deve essere neutro o leggermente acido e l’illuminazione scarsa. E’ una pianta resistente ma che cresce lentamente e in acquario difficilmente raggiunge i 30 cm.

Cardamine lyrata: è una pianta piuttosto delicata proveniente dal Giappone, Siberia Orientale e Cina Settentrionale, vive in acquari d’acqua fredda tra i 15 e i 22°C con un optimum di 18°C. Il pH deve essere neutro e l’illuminazione scarsa, richiede un substrato sabbioso.

L'althernanthera: è una pianta originaria del Sud America, ha un bel colore rosso acceso, non è particolarmente difficile da coltivare ma richiede un buon apporto di ferro nella vasca per mantenere il suo colore. Cresce molto sia in altezza che in larghezza e necessita quindi di potature frequenti.

Rotala rotundifulia: è facile da coltivare a differenza di altre piante appartenenti alla stessa famiglia quali la rotala wallichii e la rotala macranda. Necessita di una buona illuminazione e di un buon apporto di ferro per mantenere il suo colore rosso acceso. Inoltre deve essere sempre presente CO2 nella vasca.

Acorus gramineus: è una pianta proveniente dal Giappone, le foglie sono strette è può raggiungere i 30 cm. La temperatura deve essere compresa tra 15 e 20°C con un optimum intorno ai 18°C, il pH deve essere neutro e l’illuminazione non eccessiva, il substrato deve essere di argilla o torba ed argilla.

La Guida ti è stata utile?

Allora ti consigliamo di dare un'occhiata anche al nostro sito (sponsor)

Tag

Altre Guide che potrebbero interessarti