L'acqua del rubinetto va bene per l'acquario?

acquario
L’acqua del rubinetto va bene per l’acquario? Reviewed by on . Rating: 3.5

Grazie all’acquario potrete ricreare un angolo di natura incontaminata a casa vostra, ospitare piante e pesci di diverse specie e colori.

L’acquario si colloca facilmente in casa basta solo una presa di corrente, una volta che avete scelto la posizione ideale, lontana da fonti di calore o di luce (termosifoni o finestre) per il vostro acquario dovete riempirlo di acqua. Ma quale acqua utilizzare?

In linea di massima l’acqua del rubinetto di casa va benissimo dovete però aggiungere alcune gocce di biocondizionatore in modo da eliminare dall’acqua il cloro e i metalli pesanti che sono dannosi per i pesci.

L’acqua del rubinetto spesso è priva o carente di sali minerali, oligoelementi, molecole organiche ed inorganiche fondamentali per la salute e il benessere dei pesci, quindi in questi casi occorre addizionare l’acqua con queste preziose sostanze, l’acqua deve poi rientrare anche in determinati parametri chimici quali il pH (le acque tropicali hanno un pH leggermente acido a differenza di quella del rubinetto che è maggiore di 7), durezza (deve essere compresa tre 8 e 14° spesso quella del rubinetto è maggiore di 20°), temperatura; l’ammoniaca deve poi essere eliminata immediatamente in quanto dannosa per i pesci (viene eliminata dal filtro o utilizzando prodotti specifici quali colture di batteri non patogeni).
Per sapere quali caratteristiche deve avere l’acqua per poter mantenere sani i vostri pesci potete rivolgervi direttamente al vostro negoziante.

Se l’acqua è molto dura o contaminata per esempio da nitrati e fosfati dovete acquistare dal negoziante dell‘acqua depurata e aggiungere il prodotto specifico (ad esempio Plurimin) per reintegrare i sali minerali essenziali.

La Guida ti è stata utile?

Allora ti consigliamo di dare un'occhiata anche al nostro sito (sponsor)

Tag

Altre Guide che potrebbero interessarti