Come potare il bonsai

come-potare un-bonsai
Come potare il bonsai Reviewed by on . Rating: 3.5

Gli alberi tendono a crescere in altezza (dominanza apicale) sviluppando maggiormente i rami esterni per evitare di essere ombreggiati dalle piante vicine, i rami più interni e bassi invece tendono a seccare. Per permettere ai rami più interni di cresce e svilupparsi dovete quindi potare regolarmente quelli più esterni che tendono a crescere maggiormente.

I bonsai, per mantenere la loro forma vanno potati regolarmente, esistono due tipi di potatura quella di impostazione più rigorosa per dare al bonsai una forma e quella di mantenimento che consente di perfezionare la pianta.

Cosa serve

Tronchese

Forbice per bonsai

Pasta cicatrizzante

Come fare

  1. Potete effettuare una potatura di mantenimento durante tutta la stagione vegetativa, tagliando i rami o i germogli che crescono oltre la forma stabilita utilizzando un tronchese o le speciali forbici per bonsai. Tagliando regolarmente i rami la pianta sarà costretta a crescere in modo più uniforme sviluppando molte foglie.

  2. I bonsai di pino e conifere invece vanno pizzicati con le dita, anzichè tagliati con le forbici, tenendo la punta del germoglio tra indice e pollice tirate con delicatezza in modo da spezzare il germoglio in questo modo le punte non diventeranno marroni. Durante l’estate sui bonsai decidui sani e vigorosi potete togliere le foglie in modo da forzare la formazione di nuove foglie e di nuovi rami.

  3. I bonsai vanno impostati o a inizio primavera o a tardo autunno (mai durante la stagione di crescita).

  4. Per la potatura di impostazione occorre posizionare l’albero sul tavolo, eliminare tutto il legno secco e decidere osservandolo con cura quale forma dargli. In linea generale andrebbero tagliati i rami che nascondono la parte anteriore del tronco, quelli con curve non naturali, quelli verticali troppo grandi che non possono essere piegati, se ci sono rami che partono dalla stessa altezza eliminarne uno. La potatura va effettuata con un tronchese in modo da fare un taglio netto, ricordatevi però che dove il ramo viene tagliato rimarrà la cicatrice, utilizzate sui rami tagliati un sigillante specifico per piante in modo da impedire infezioni e favorire la cicatrizzazione della ferita. Un albero robusto sopporta la potatura di un terzo dei rami. Ricordati di potare anche le radici.

La Guida ti è stata utile?

Allora ti consigliamo di dare un'occhiata anche al nostro sito (sponsor)

Tag

Altre Guide che potrebbero interessarti