Come orientarsi con la bussola e la carta topografica

carta topograafica
Come orientarsi con la bussola e la carta topografica Reviewed by on . Rating: 4

Ogni Giovane Marmotta deve sapersi orientare alla perfezione nel bosco per non perdere la strada e riuscire a raggiungere sempre l’accampamento! In un bosco è facile perdersi e smarrire il sentiero.

Ma come fare? Bisogna sempre ricordarsi di viaggiare muniti di una carta topografica e di una bussola.

La carta topografica è un disegno che rappresenta in scala (di solito 1.10.000 o 1:100.000) un determinato luogo. La scala indica il rapporto tra dimensioni sulla carta e dimensioni reali: quindi in una scala 1:10.000 1 cm sulla carta corrisponde a 10.000 cm nella realtà quindi a 100 metri. Nelle carte il lato superiore rappresenta il Nord, quello inferiore il Sud, il sinistro l’Ovest e quello destro l’Est.

La bussola invece consente di individuare i punti cardinali e ci permette quindi di individuare il giusto percorso da seguire.

Cosa serve

Una bussola

Una carta topografica

Come fare

  1. Per andare da un punto A (ad esempio il nostro accampamento) ad un punto B, indicato sulla mappa, dove si trova la fonte d'acqua, occorre posizionare la bussola sul punto A della mappa e girare la carta topografica in modo che il reticolo verticale, indicante sempre il nord, risulti parallelo all'ago della bussola.

  2. In questo modo riusciamo a individuare in che direzione si trova il punto B rispetto al nord e il percorso da seguire, non ci perderemo e riusciremo a trovare l'acqua per il campo base!

  3. Nel caso in cui non disponiamo di una bussola, ma conosciamo bene il luogo, per orientarci in modo rapido dobbiamo individuare alcuni punti ben visibili ad esempio un paese conosciuto o un monte e orientare la carta in modo che il monte e/o il paese siano nella direzione individuata sulla carta.

La Guida ti è stata utile?

Allora ti consigliamo di dare un'occhiata anche al nostro sito (sponsor)

Tag

Altre Guide che potrebbero interessarti