Come catturare le impronte delle foglie

foglie impronte
Come catturare le impronte delle foglie Reviewed by on . Rating: 3.5

Anche la foglia ha le proprie “impronte digitali” che la rendono unica e diversa da tutte le altre foglie. Queste impronte sono create dalle nervature presenti su ciascuna pagina.
E’ possibile creare un grande schedario in cui conservare le impronte delle foglie più belle appartenenti ad alberi diversi.
Ecco cosa vi serve e come fare.

 

 

 

 

 

Cosa serve

Foglie sane e con nervature ben visibili

Una tavoletta di legno (circa 30 x 30 cm)

2 metri di piattina da elettricista

Gesso in polvere

Coltello con la punta

Chiodi

Come fare

  1. Procuratevi delle belle foglie sane con nervature ben visibili (ottime quelle di castagno, quercia, cavolfiore, edera e vite) ed accorciate il picciolo.

  2. Mettete la foglia sulla tavoletta di legno con le nervature rivolte verso l'alto ed incorniciatela con 4 pezzi di piattina fissati con i chiodi.

  3. Ora preparate il gesso: mescolate acqua e gesso in polvere in modo da creare una pasta piuttosto liquida e versatela delicatamente sulla vostra foglia fino a ricoprirla completamente, la piattina farà in modo da non far colare il gesso fuori dalla tavoletta.

  4. Attendete pazientemente che il gesso indurisca quindi togliete la piattina e girate il gesso staccandolo dal legno.

  5. Ora togliete la foglia che avrà lasciato il calco sul gesso; se necessario rifinite con il coltellino.

  6. Attendete ancora 24 ore e poi colorate il vostro capolavoro a meno che non lo vogliate lasciare bianco! Prima di dipingere le foglie è meglio fare delle prove su alcuni pezzetti di gesso.

La Guida ti è stata utile?

Allora ti consigliamo di dare un'occhiata anche al nostro sito (sponsor)

Tag

Altre Guide che potrebbero interessarti