Come allestire l'acquario

acquario
Come allestire l’acquario Reviewed by on . Rating: 4.5

Se amate i pesci e volete acquistare un acquario ecco alcuni suggerimenti da come sceglierlo a come popolarlo.

Come fare

  1. In commercio esistono molti acquari di modelli e dimensioni diverse, tenete presente che tanto più l'acquario sarà grande tanto più sarà gestibile, in un acquario grande i vostri sbagli come un eccesso di cibo saranno "diluiti" inoltre i pesci avranno più spazio a disposizione. Controllate inoltre che l'acquario abbia un sistema di filtraggio e di illuminazione adeguato con la garanzia e i marchi di sicurezza. Affidatevi ad un negoziante esperto che sappia darvi consigli.

  2. L'acquario va posizionato in un luogo lontano da fonti di calore e dalle finestre, su un supporto robusto e vicino ad una presa di corrente.

  3. Fondamentale per la salute dei pesci è il filtro e che va posizionato adeguatamente, essendo un sistema chiuso l'acqua deve essere continuamente depurata. Le particelle più grossolane vengono trattenute mediante una filtrazione meccanica grazie ad un filtro di lana sintetica, successivamente grazie alla depurazione biologica i microrganismi decompongono le sostanze inquinanti. Ricordatevi poi il riscaldatore per mantenere l'acqua alla giusta temperatura.

  4. Sistemato il filtro iniziate a preparare il fondo, se inserite solo pesci potete utilizzare uno strato di ghiaia di pezzatura diversa in base alla grandezza dei pesci, mentre se volete inserire le piante occorre utilizzare dei substrati fertilizzanti specifici. Qualunque cosa inserite nel vostro acquario (decorazioni, ghiaietto, sassi) devono essere puliti. I decorativi svolgono un ruolo essenziale nell'acquario, oltre ad abbellirlo creano anfratti e nascondigli per i pesci, nel posizionarli seguite il vostro gusto estetico ma fate in modo che siano ben stabili. Non inserite rocce o sassi raccolti nei torrenti o in spiaggia (possono contenere patogeni o essere calcarei), dovete acquistare quelli specifici per acquari.

  5. Quando avete finito di sistemare il fondo con i decorativi dovete riempire l'acquario. Potete utilizzare l'acqua del rubinetto versandola lentamente nel filtro, per evitare di smuovere il fondo posizionate nel punto di fuoriuscita dell'acqua un piatto.

  6. Quando avete riempito completamente l'acquario attaccate la spina alla corrente per far partire la pompa del filtro e regolate la temperatura (sui 25 gradi per i pesci tropicali). La luce va mantenuta accesa per circa 10 ore al giorno.

  7. Il giorno successivo inserite i batteri che andranno a colonizzare il supporto biologico creando una colonia in grado di decomporre le sostanze organiche. I batteri si trovano in commercio sia liquidi che in polvere.

  8. Se volete inserire le piante fatelo ora, le piante oltre a essere molte belle esteticamente hanno un ruolo importantissimo nell'acquario, forniscono rifugio ai pesci e assorbono le sostanze inquinanti. Scegliete piante robuste facili da gestire, toglietele dal vasetto e inseritele nell'acquario facendo un piccolo buco nel terriccio. Posizionate le piante più grandi sul retro e quelle più basse sul davanti, ricordatevi inoltre di eliminare foglie secche o marce e di fertilizzare periodicamente.

  9. Prima di inserire i pesci occorre controllare che l'acqua sia idonea rivolgetevi al vostro rivenditore di fiducia per sapere i parametri chimici in base alla provenienza dei pesci, e portate un campione di acqua dell'acquario per far analizzare tali parametri. Per regolare i vari parametri in commercio si sono prodotti specifici.

  10. Dopo una settimana finalmente possiamo inserire i pesci, iniziate con pochi pesci il filtro non è ancora ben colonizzato dai batteri per sopportare un eccessivo carico organico, a luce spenta mettete il sacchetto aperto dentro la vasca e lasciatelo galleggiare in modo che la temperatura del sacchetto e quella dell'acquario siano uguali quindi aggiungete nel sacchetto un po' di acqua presa nell'acquario dopo circa 10 minuti liberate i pesci.

  11. Osservate i pesci nei giorni successivi per valutare il loro stato di salute, inoltre fatevi consigliare dal rivenditore sui prodotti (batteri, prodotti per stabilizzare il pH, per eliminare il cloro, etc.) da utilizzare per garantire un ambiente idoneo ai vostri pesci.

La Guida ti è stata utile?

Allora ti consigliamo di dare un'occhiata anche al nostro sito (sponsor)

Tag

Altre Guide che potrebbero interessarti